Preludio al Ciclo d’Aria: un presente passato [3^ Parte]

_nella 1^ e 2^ parte abbiamo visto alcuni aspetti inerenti all’Astrologia Mondiale 2.0
Rivolgiamoci ora alle dinamiche climatiche con l’articolo “ANNO 2020 L’EVENTO – il VIRUS” di Luigi Lucato. L’autore definisce questo evento come un “reset” della nostra società. Per chi ha avuto modo di leggere ‘Universis 2020-2218: Evento Rinascimento 2.0’, si accorgerà che non è fuori traccia, anzi, è nel pieno solco che sta tracciando il Nuovo Spirito del Tempo prima del suo ingresso che coinciderà con il solstizio d’inverno: 21.12.2020 con la congiunzione Giove-Saturno in Acquario che darà origine alla Triplicità d’Aria dopo 800 anni dall’ultima volta che si è verificato.
Il passaggio dal Ciclo di Terra, l’Età Materiale (1842-2020) al Ciclo d’Aria, l’Età Mentale (2020-2218) comporta un completo cambiamento di paradigma che spingerà il ‘singolo’ verso il ‘collettivo’, il ‘profitto’ verso il ‘benessere’, l’‘uomo’ verso il concetto di ‘umanità’. Tutti processi che comporteranno cambiamenti sui valori, sugli ideali, sul significato e sul senso delle stessa religione-spiritualità. Ma non solo. Per un’analisi completa di questo epocale cambiamento non ti resta che leggere le oltre 350 pagine del libro che non riguardano solo l’ambito collettivo ma anche l’aspetto individuale con la sezione ‘L’Uomo Universale’.
Ritornando all’articolo dell’autore, possiamo trovare traccia delle dinamiche ‘intrusive’ del Nuovo Spirito del Tempo così come è stato detto nella 1^ e 2^ parte. Riporto alcuni passaggi significati in quanto utili a delineare l’orizzonte degli eventi futuri strettamente in linea con la Qualità del Tempo e le caratteristiche del nuovo Ciclo d’Aria. Per i più consapevoli, non si tratterà nulla di nuovo se non avere conferma, una volta di più, che ciò che intuiscono, immaginano e ‘sentono’ non è poi così lontano dalla realtà futura.

Buona lettura.

Autore

“[…] Il virus ha oramai contagiato buona parte del mondo e sembra avviarsi a essere una PANDEMIA, ma quello che colpisce più dei danni alle persone, è il COLLASSO che induce rapidamente nel sistema SANITARIO ed ECONOMICO dovuto al CROLLO delle catene di APPROVVIGIONAMENTO costruite con la GLOBALIZZAZIONE.
Lasciando perdere per ora le ipotesi sull’origine naturale o artificiale, il VIRUS è comunque tra NOI. Meglio guardare a tutto l’AMBIENTE e alle condizioni CLIMATICHE che stiamo attraversando; siamo in un minimo SOLARE centenario se non millenario e questo, nella storia, è sempre corrisposto alla diffusione di carestie ed epidemie se non al crollo di imperi e civiltà varie.
[…] È in questo contesto che si sviluppa il VIRUS, indipendentemente da come è nato.
Siamo (eravamo) in un momento di crisi dovuta allo sgancio dell’economia dalla realtà produttiva, due mondi estranei in cui l’economia ruba sempre più risorse al mondo reale, che comunque ha i suoi problemi dovuti al picco di vari tipi di risorse. E la GEOPOLITICA MONDIALE, con tutte le sue CRISI e CONFLITTI in corso, rispecchia questa situazione. Siamo alla fine di un IMPERO?
Sta cambiando tutto il mondo che abbiamo conosciuto fino ad OGGI, la diffusione del VIRUS e gli EVENTI ad esso collegati stanno modificando completamente tutto quello che pensavamo normale e dovuto, le certezze cadono, i dubbi aumentano e si vede con sgomento che molte cose su cui si faceva affidamento, sia a livello di società che di valori delle persone, vengono meno.
Da questo punto di vista il VIRUS è un grande RESET.
Dai primi eventi a cui stiamo assistendo, il VIRUS sta mettendo a nudo l’estrema fragilità di una società basata solo sul profitto estremo e immediato, senza nessuna visione del futuro, una società dell’apparenza, del sembrare. Le decisioni vengono prese in base all’opinione pubblica, al gradimento, al politicamente corretto… ma il VIRUS riporta duramente alla REALTÀ […].
Il grande mondo GLOBALE sta COLLASSANDO, chi ne dipende maggiormente ne pagherà il prezzo maggiore, la via della SETA è interrotta, le produzioni a basso costo in CINA finite, tutto quello che era basato su un consumismo estremo a basso costo FINITO, collassano le catene di approvvigionamento ENERGETICO, il TURISMO e in generale la libera circolazione delle PERSONE, la produzione AGRICOLA risente oltre che dei problemi di collegamento anche di altri fenomeni legati alle variazioni CLIMATICHE, come le cavallette in AFRICA e in ASIA. La geografia politica mondiale cambia in fretta e si passa da un mondo GLOBALE a un mondo a ZONE dove si cerca di impostare nuovi modelli di sviluppo.
Valutare OGGI quanto sarà profondo il CAMBIAMENTO è difficile, ma tante analisi fatte in passato legate al contesto del CAMBIAMENTO CLIMATICO, in parte aiutano […].
Quello che stupisce è come la classe politica/dirigenziale o come la volete chiamare, non si accorga di quanto sia profondo il cambiamento (manca una visione reale del futuro, vivono solo l’immediato) e cerchi di tamponare le varie toppe, senza rendersi conto che tutto l’edificio sta crollando. Cercare di rilanciare le esportazioni in un mondo che si sta chiudendo e che per la crisi in corso vede un calo dei consumi è solo buttare delle risorse. Quello che serve è rilanciare i consumi e la produzione interna e non cercare più fuori la salvezza che ci dobbiamo costruire dentro.
Purtroppo non credo che questo avverrà e quindi penso che ci si debba preparare alla situazione peggiore che è quella del collasso delle istituzioni (TUTTE) dal sistema produttivo al sistema politico amministrativo. È quello che già si vede nella sanità, dove la diffusione del virus procede ma le risorse per contrastarlo sono già al limite, i casi di contagio stanno già colpendo e limitando alcune amministrazioni, basta proiettare il tutto nelle prossime settimane o mesi e si vede il CAOS […].
Il VIRUS è solo una parte dell’EVENTO, non è una EMERGENZA se persiste per un TEMPO è limitato.
È un CAMBIAMENTO EPOCALE, le scorte finiscono si deve impostare un nuovo modo di vita AUTOSUFFICIENTE e INDIPENDENTE da tutte le vecchie strutture sociali che stanno COLLASSANDO, non si ritorna più al PASSATO. Bisogna costruire un futuro totalmente nuovo. Diverso!”

Link diffusione Corona Virus in Italia
Link diffusione Corona Virus nel Mondo

Ritorna allo Scriptorium

Home